Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti, cliccando su OK o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Informativa OK
Ricerca
Cosa?

Milano

\

Arte e Cultura

\
Visite guidate


XF21

"Margherita Sarfatti. Segni, colori e luci a Milano" Visita guidata a Milano


Milano Mostre – Museo del Novecento


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Margherita Sarfatti ricorda il suo ruolo di fondatrice e sostenitrice di un gruppo di artisti italiani, improprio chiamarlo movimento, a cui diede il nome di Novecento: con la loro arte rappresentarono la cultura italiana del Ventennio, non esenti da una certa “adesione” al momento politico del tempo, svilupparono un linguaggio di ritorno alle tradizioni del Paese, accantonando le ricerche più avanzate delle Avanguardie. Se ne ripercorrono le vicende nella mostra al Museo del Novecento dedicata alla Sarfatti, della quale si rivela al grande pubblico il talento, la sagacia, l’intraprendenza, di questa donna protagonista della vita politica e culturale italiana. Un viaggio negli anni tra le due guerre, attraverso 90 opere dei protagonisti di Novecento Italiano: da Boccioni a Bucci, de Chirico, Dudreville, Funi, Malerba, Sironi e Wildt. Il tutto accompagnato da filmati e fotografie, lettere, inviti ai vernissage, libri d’epoca, abiti, vetri e arredi, con un approfondimento sulla Milano degli anni Dieci e Venti nel XX secolo, la città dove Margherita Sarfatti visse, dove tenne salotto nel suo appartamento di Corso Venezia, accogliendo artisti, letterati, l’intellighenzia milanese tutta. Fu peraltro la città dove cominciò la sua professione di giornalista e critica d’arte, la città dove conobbe Mussolini, collaborando con l’Avanti, il giornale da lui diretto. Di Mussolini fu amante, confidente, amica e interlocutrice di fiducia, almeno fino agli anni Trenta: si può quasi dire che larga parte del pensiero del giovane Mussolini sia stato influenzato da Margherita Sarfatti, che educò il futuro duce, lo “raffinò” e lo introdusse nella “società bene” milanese, nel dibattito socialista e nell’alta cultura. Ciò le costò una damnatio memoriae, che, al di là delle discutibili posizioni e scelte, oscurarono il suo valore di critica d’arte instancabile, militante e fondamentale nel far conoscere in Europa e nelle Americhe lo stile italiano e l’idea di “moderna classicità”.
 
 
 
Costo Ingresso + prenotazione: Euro 10
 
Costo della visita: Euro 10
 
 
 
Prenotando la visita attraverso il nostro sito con 2 Sesterzi potrai ottenere uno sconto del 10% sul costo della visita (escluso costo di ingresso e prenotazione)
 
 
 
LUOGO D’INCONTRO
all'ingresso del museo del Novecento
Via Marconi 1, Milano
 
 
 
Servizio di microfonaggio incluso nella visita

Visita soggetta a riconferma per raggiungimento numero minimo di partecipanti. Il pagamento dovrà essere effettuato il giorno stesso dell'evento in contanti. Indicare in fase di prenotazione un cognome, n° di posti e recapito telefonico. Qualora impossibilitati, successivamente alla prenotazione, a partecipare all'evento prego inviare richiesta di annullamento via mail a: eventi@caesartour.it


giovedì 25 ottobre 2018


2 Scopri come utilizzare i Sesterzi

18:45 Posto Unico - Euro 9 da pagare alla guida + ingresso e prenotazione

sabato 17 novembre 2018


2 Scopri come utilizzare i Sesterzi

16:45 Posto Unico - Euro 9 da pagare alla guida + ingresso e prenotazione


significa pagabile con i tuoi Sesterzi


Entra nella tua Area Riservata Clienti Registrati per verificare l'ammontare dei tuoi Sesterzi e Clicca qui per scoprire tanti modi per utilizzarli ed accumularne ancora!

*

significa Ulteriore sconto solo per i Clienti Registrati CLICCA QUI PER REGISTRARTI